L'Impero d'Acciaio

Libro Sesto

Il segno degli Ordos

 

Anche questo è in fase avanzata di revisione, e i protagonisti principali saranno i figli dei quattro, che continueranno comunque a svolgere un ruolo importante.

 

 

Un evento apparentemente trascurabile si rivela  di fondamentale importanza e la storia prenderà una piega molto particolare.

 

 

 

 

 

 

 

 

La copertina è una mia creazione, il gladio a simboleggiare la natura battagliera di questo romanzo, il simbolo che gli dà il titolo, e i quattro elementi, rappresentati con simboli orientali.

 

 - Sinossi (temporanea)

Le vicende si svolgono in gran parte tra Medio Oriente e Asia Centrale, come d’abitudine con grande attenzione al reale contesto storico, che s’incontra però con una Roma molto diversa da quanto ci si potrebbe attendere, grazie alle innovazioni tecnologiche e sociali introdotte grazie all’arrivo di quattro nostri contemporanei.

Personaggi nuovi e insoliti affiancheranno quelli noti, mentre i figli dei quattro salgono prepotentemente alla ribalta, rendendosi protagonisti di epiche battaglie e non solo.

L’incontro con una strana tribù delle steppe porta alla rivelazione di un’antichissima profezia, che avrà un impatto tremendo sui Romani e sulle civiltà con le quali sono o entreranno in contatto, tanto che non solo le armi porteranno nuovi popoli sotto l’Aquila di Roma.

Un crescendo di colpi di scena, che vedranno i protagonisti combattere, filosofeggiare e indulgere a nuove trasgressioni, condurrà al sorprendente finale di quest’ultimo capitolo e della Saga.

 

 

Il Titolo

È il simbolo legato alla profezia, che porterà mutamenti sconvolgenti nella filosofia dei Romani e non solo.